Mostra Matematica‎ > ‎Origami‎ > ‎

Parabola Origami

COME

Origami, è l’arte di piegare la carta, senza l’uso di colla, forbici o altro materiale. Il termine "ORIGAMI" deriva dal giapponese "ORU" che significa “piegare” e "KAMI" che significa "carta".



Per costruire una parabola è necessario seguire questo procedimento: segniamo prima un punto a pochi centimetri da un margine del foglio, poi pieghiamo la carta almeno 20 volte in varie posizioni, in modo che il margine ripiegato passi per  il punto che abbiamo segnato.  I segni delle piegature individuano le rette tangenti alla parabola e ne formano l’inviluppo.

Il punto segnato è il fuoco della parabola e il bordo del foglio è la sua direttrice.


PERCHE'


Si stende di nuovo il foglio e si traccia la perpendicolare al bordo passante per P’. Il punto X di intersezione della perpendicolare con la piega è un punto della parabola infatti:

  • è sull’asse di simmetria del segmento PP’ e quindi equidistante dagli estremi

  • la distanza di X dal bordo del foglio è la lunghezza di XP’ perciò X è equidistante da P e dal bordo, quindi è un punto della parabola che è il luogo dei punti P equidistanti da un punto (detto fuoco)e da una retta (detta direttrice).


COME COSTRUIRE ORIGAMI

 
 
 
 

Si prende un foglio di carta quadrato, si tracciano le diagonali. Si piega a metà e poi ancora a metà. Si riapre il foglio.

Il passo successivo è quello di piegare tutte le pieghe. E si finisce con qualcosa di simile a questo:





ĉ
web admin1,
31 mar 2013, 07:39
Comments